...
Sede
Scopo Sociale
Notizie
Storia
Multimedia
Partner
 segnalibro_per_sito2 


Sabato 26 Febbraio alle ore 16:00 si è svolta la "Targa Capanni" rievocazione storica del derby fiorentino del Giuoco del Calcio tra Firenze Football Club e Club Sportivo Firenze. 
targa_capanni3



















Il luogo dell'incontro, come 100 anni orsono, è stato lo storico prato del "Quercione" nel Parco delle Cascine di Firenze ed è' stata così l'occasione per ricordare un caro amico dello sport come il Professor Aldo Capanni.
Paolo Allegretti, fraterno compagno di Aldo ha consegnato il premio al presidente del Firenze Football Club Gianluca Cecchini, che ha istituito il nuovo torneo. Per la cronaca la gara è stata vinta dal Club Sportivo con il risultato di 3 gol ad 1.. Splendide azioni e pregevoli gol hanno contraddistinto la partita, con un Firenze Football Club che non è riuscito a concretizzare la supremazia tecnica ed agonistica grazie ad un bravissimo baluardo come il portiere del "Clubbe" e la ribollita e il generoso Vino "Buondonno" gustati abbondantemente a pranzo. In evidenza per i biancoverdi Vicentini e Benvenuto, mentre per il Club Sportivo, oltre all'estremo difensore, da sottolineare il sempre sgusciante Bongi, autore di un bel gol in contropiede.





Sabato e Domenica 27 Febbraio 
Prato del Quercione, Parco delle Cascine - Firenze
locandina










































Il Firenze Football Club 
con il Patrocinio del Comune e della Provincia di Firenze

è lieto di presentare

I GIOCHI DI CARNASCIALE

che si svolgeranno Sabato 26 e Domenica 27 febbraio per l’intero arco delle giornate sul Prato del Quercione, nel Parco delle Cascine di Firenze

in collaborazione con

Consiglio di Quartiere 1 e Ufficio Sport del Comune di Firenze

Club Sportivo Firenze
Federazione Italiana Giochi Storici

Figest Sezione Lancio del Ruzzolone
Istituto di Scienze Militari Aeronautiche 
Ufficio Feste e Tradizioni Fiorentine
Corteo Storico della Repubblica Fiorentina

 Gruppo "Bandierai degli Uffizi"
Federazione Italiana Bocce Comitato Regionale Toscano

Filarmonica di Firenze "Gioacchino Rossini"
Fondazione Museo del Calcio

S.S. Signa 1914
Coro "Gruppo Sempre Verdi"
Misericordia del Ponte di Mezzo

Associazione Nazionale Veterani dello Sport sezione di Firenze "Oreste Gelli"

Si ringraziano le Aziende amiche e Fornitori Ufficiali dei Giochi: 

Picchiani&Barlacchi, 
Grand Prix, 
Metropoli 
Edilprogest Costruzioni 
per il loro contributo.

 

 “La Manifestazione I Giochi di Carnasciale” dice Gianluca Cecchini presidente del Firenze Football Club ideatore e,  insieme ad Oriano Brunetti , organizzatore dei Giochi,  “vuole riprendere la tradizione Fiorentina che vede praticare il Calcio, fin da epoca rinascimentale, da “Gentiluomini con addosso sgargianti livree” durante il periodo di Carnevale.

 

Etimologicamente la parola Carnevale deriva dal latino “carnem levare”, popolarmente tradotto nel rinascimento  in “carne-vale” o “carnasciale”, ed indicava il banchetto che si teneva l’ultimo giorno di carnevale (martedì grasso) subito prima della Quaresima. Il periodo di astinenza e digiuno era a ridosso del Capodanno Fiorentino in corrispondenza dei nove mesi prima della nascita di Gesù ad indicare la sua Incarnazione. Per Firenze, città da sempre legata alla Madonna, infatti, fino al 1750, l’anno civile cominciava il 25 marzo, giorno in cui la Chiesa cattolica aveva collocato la festa dell’Annunciazione. Il Calendario Fiorentino rimase in uso fino al decreto del Granduca Francesco III di Lorena che fissava dal 1750 anche per Firenze il 1º gennaio come data iniziale dell’anno civile.

 

Giocare nel periodo invernale e soprattutto a Carnevale, era preferito da tutti i fiorentini, nobili e paesani, in quanto, richiedendo il gioco un notevole dispendio di energie, diveniva troppo faticoso praticarlo nei mesi estivi.

 

Numerosi sono i testi storici in cui questo viene testimoniato, come quello di Francesco Bocchi del 1591 in una delle prime guide turistiche “per comodo de’ Forestieri” dal titolo “Le bellezze di Firenze” o dagli scritti seicenteschi di Tommaso Rinuccini.

Anche Benedetto Varchi (1503-1565) nella sua Storia Fiorentina scrive della partita più celebre, passata alla storia per il momento delicato in cui venne organizzata, quella del 17 febbraio 1530 durante l’assedio posto dall’esercito di Carlo V, nel cui ricordo vive ancora oggi la tradizione. La partita fu giocata alla presenza di tutte le autorità, un po’ per non interrompere l’usanza del gioco ormai consolidata nel periodo di Carnevale e un po’ come sfida al nemico assediante:

 

“Alli 17 i Giovani, sì per non intermettere l’antica usanza di giuocare ogn’anno al Calcio per Carnasciale, e si anco per maggiore vilipendio de’ nemici, fecero in sulla Piazza di S. Croce una partita a livrea; XXV Bianchi, e XXV Verdi, giocando una vitella: per essere non solamente sentiti, ma veduti, misero una parte di sonatori con trombe, e altri strumenti in sul comignolo del tetto di S. Croce; dove da Giramonte fu loro tratto una cannonata; ma la palla andò alto, e non fece danno a nessuno.”

Il programma della manifestazione. 

Sabato 26 febbraio

·        ore 11:00 Corteo della Repubblica Fiorentina – Inaugurazione dei Giochi

·        ore 11:30 Partita inaugurale del torneo rievocativo di Football fra Club Sportivo Firenze 1870 e S.S. Delle Signe Magnifico Messere Piero Gonfiantini

·        ore 13:00 Pranzo per soci e partecipanti presso la Palazzina del “Quercione”

·        ore 15:00 Esibizione del coro "Gruppo Sempre Verdi"

·        ore 15:00 Gara di Ruzzolone

·        ore 15:00 Gara di Palla al Bracciale

·        ore 15:15 Esibizione dei Bandierai degli Uffizi

·        ore 16:00 Partita del torneo rievocativo di Football fra Firenze FootBall Club e Club Sportivo Firenze 1870 Consegna della Targa in ricordo del Prof. Aldo Capanni che tante pagine di Storia dello Sport ci ha lasciato, unendo sempre passione e rigore scientifico

 

Domenica 27 febbraio

·        ore 10:30 Gara di Bocce (Petanque)

·        ore 11:30 Partita del torneo rievocativo di Football fra Firenze Football Club e S.S. Delle Signe Magnifico Messere Kurt Hamrin

·        ore 13:00 Pranzo per soci e partecipanti presso la Palazzina del “Quercione”

·        ore 14:30 Finale di Ruzzolone

·        ore 15:00 Esibizione Calcio Storico Fiorentino

·        ore 15:00 Finale di Palla al Bracciale

·        ore 15:15 Esibizione dei Bandierai degli Uffizi

·        ore 15:30 Esibizione Filarmonica Rossini

·        ore 16:00 Concorso Maschera di Carnasciale

·        ore 17:00 Premiazioni - Chiusura dei Giochi

 

Inoltre, durante entrambe le giornate, verranno disputate anche altre discipline di giochi da Società affiliate alla F.I.G.eS.T. come:

·        le Piastrelle

·        le Freccette

·        la Lippa

·        il Tiro alla fune

·        il Lancio del formaggio
la Morra

Sarà possibile per il pubblico, provare questi giochi.





Sabato 15 gennaio 2011 ore 10:15

Presentazione ufficiale delle nuove storiche maglie del Firenze Football Club reinterpretate da Ermanno Scervino


2011-01-13_09.09.46
Seconda uscita dell’anno del Firenze Football Club e occasione per la presentazione della divisa ufficiale della squadra. Come 100 anni fa al Prato del Quercione nel Parco delle Cascine di Firenze è avvenuta la presentazione ufficiale delle nuove storiche maglie: Ermanno Scervino  ha reinterpretato con materiali e forme per il Firenze Football Club la storica maglia del leggendario club fiorentino. Qualità e leggerezza per rivivere l’atmosfera di inizio Novecento e per il rinato storico Club un motivo ulteriore di orgoglio per affrontare un nuovo sogno…

 

Sabato 8 gennaio 2011

Si è svolta la prima partitella dell’anno sul tradizionale Prato del Quercione del Firenze FC che ha evidenziato un buon stato di forma della compagine e la tradizionale grinta che contraddistingue i ragazzi del Club. 

rara3BNonostante le molte assenze e i panettoni trangugiati infatti i soci hanno mostrato tutto il loro valore nel palleggio e con le serpentine palla al piede. In particolare si sono distinti Carmine Benvenuto, Amin Keriker, autore di una doppietta, il portiere Livorno e un ragazzino molto giovane di cui non sappiamo le generalità autore anch’esso di una doppia segnatura. Cosimo Gherardi Del Testa ha messo in campo la sua nobile flemma unità a qualche ben assestato calcione mentre Fabio Caciagli è sembrato in un buon momento psicofisico. La partita, giocata dodici contro dodici, è terminata con il risultato di 4 reti a 1 per i ragazzi in casacca arancione ed è stata arbitrata da un appesantito signor Cecchini. Degna di mensione l’evanescenza del vicepresidente Mario Rosato e la scarsa vena di Sergio Ricciotti mentre Giovanni Ioanucci ha messo in risalto la consueta determinazione al limite dell’intimidazione. Gli altri soci Ottone, Lampis, Diamanti, Pirali e Liverani hanno imprecato divinità varie trotterellando e smistando palloni di quando in quando. A Proposito di imprecazioni abbiamo avuto anche il saluto del nostro glorioso capitano GB Greco che tra le cose che ha bofonchiato e farfugliato si è lasciato sfuggire la promessa di un prossimo ritorno. Da rilevare anche la gradita visita dell’amica americana Kathy che ha pure preso parte alla partitella come i soliti 2/3 sudamericani sempre presenti.

 

Il programma per il 2011 è ambizioso, i prossimi appuntamenti saranno carichi di avventure. Firenze Football Club alè la stagione delle nuove sfide è iniziata!!!

 

10 Novembre 2010

Una delle prime Società di Calcio di Firenze, la più gloriosa dei primi del ‘900,  si è ricostituita grazie ad un numeroso gruppo di appassionati che da sempre si ritrovano là dove giocava le prime sfide, al Prato del Quercione nel Parco delle Cascine, luogo di ritrovo e patria  del calcio moderno cittadino.


segnalibro_per_sitoUna bella storia nata nel 1908, coronata da ben cinque successi consecutivi nei campionati regionali quando ancora il calcio non aveva un rilievo nazionale, interrotta perché molti suoi atleti partirono per la Grande Guerra, riparte oggi in cerca di nuovi successi sportivi e sociali.

La rinascita del leggendario Club, che aveva tra i padri fondatori  un grande uomo di sport come Oreste Gelli, trova già il consenso di illustri personalità e viene accolto con grande favore da Federazioni, Enti e Associazioni.

L’obiettivo del Firenze Football Club è quello di divenire un punto di riferimento non solo per gli appassionati di calcio ma per tutti gli amanti di Firenze e della sua storia, costruendo un ponte tra l’antico gioco del calcio di Fiorenza, i giochi e i passatempi  di una volta e le attività sportive e ricreative attuali”

Il Firenze Football Club, società senza fini di lucro, opera nel sempre pulsante cuore sportivo cittadino del Parco delle Cascine, dedicandosi a tutta la popolazione, con un occhio di riguardo alla terza età.

“Lo scopo principale dell’ associazione” dice il presidente e fondatore Gianluca Cecchini “è  la promozione della cultura sportiva e delle tradizioni fiorentine attraverso la partecipazione a manifestazioni sportive, ricreative e culturali e l’organizzazione e la gestione di attività come tornei, giochi, mostre, corsi e seminari, con rilievo non solo locale, finalizzati all’arricchimento della conoscenza del patrimonio storico, civile e popolare. Il Firenze Football Club si propone inoltre come veicolo di scambio tra le diverse fasce di età e le diverse realtà esistenti nel territorio, con fini compatibili con i propri, creando opportunità di incontro e di aggregazione”.

Site Map